L'estate in uno dei borghi più belli d'Italia, non può che lasciare il segno e il programma elaborato dal comune di Vallo e dalle associazioni e proloco locali, sembra essere lanciato proprio verso questo obiettivo. Merito di ben due appuntamenti, quello con "Novecentofestival", manifestazione che ha aperto i battenti lo scorso 26 luglio e chiuderà il 7 settembre e quello con la 28esima edizione di "Festivallo", che animerà il borgo nel weekend del ferragosto.

Il "Novecentofestival", porterà a Vallo di Nera concerti di chitarra, mostre fotografiche e una videoinstallazione, trasformando il borgo in un laboratorio itinerante delle arti e dello spettacolo. Giunto alla terza edizione, il festival ha intenzione di proporre in a Vallo di Nera un'iniziativa organica riservata alla musica moderna e contemporanea.
Molto c'è da vedere a cominciare dalla mostra della fotografa Antonietta Giovannini, ospitata nella galleria "il Cantinone" e aperta fino al 17 agosto. Proprio in quei giorni, il 16 e il 17 agosto, alle 18,15, in programma l'incontro con il chitarrista Gionatan Scoppetta, nell'auditorium di Santa Caterina.
Altro appunta mento, quello del 23 e 24 agosto alle 21,30, con la serenata a Vallo, una videoinstallazione a cura del Balletto di Spoleto, con Caterina Genea e musica di Marco Schiavoni. Ultimo evento, la mostra

"Segni di teatro: vecchi disegni e nuovi progetti"

di Gabris Ferrari, che sarà inaugurata il 23 agosto alle 18 presso "il Cantinone" e resterà visibile fino al 7 settembre.

Ma l'estate non finisce qui, perchè dal 14 al 17 agosto, il borgo si anima con "Festivallo". Si comincerà con gli artisti di strada di "IninerArte", che porteranno il teatro nel centro storico con la commedia "La Famiglia Mirabella" e lo spettacolo di giocoleria del trio comico "i Giullari del Diavolo".
Nella serata la musica della cover band di Vasco Rossi farà da contorno agli stand gastronomici con i migliori prodotti tipici.
Per il ferragosto due spettacoli serali, la danza del ventre e la discoteca in piazza con Dj Kukka.
Sabato 16, alle 20, riapriranno gli stand gastronomici e alle 22 tante le risate con la commedia "Pozzi Scoppà" della compagnia "La Traussa" di Spoleto.

Il Festival si chiuderà domenica 17, tra gli stand gastronomici, l'esibizione di ginnastica ritmica de "La Fenice" e la tanta musica fino a notte fonda.

Corriere dell'Umbria Martedì 5 Agosto 2014




Articoli correlati



0 commenti

Posta un commento

Cerca notizie e informazioni su Cascia e l'Umbria

Cerca per argomento

Cerca per mese di pubblicazione

Notizie dalla Provincia di Perugia