Sant'Anatolia di Narco in Valnerina

Sant'Anatolia di Narco Valnerina

Sant'Anatolia di Narco

Lungo le sponde del fiume Nera, alte e poderose mura racchiudono il borgo medievale di Sant'Anatolia di Narco.
Il territorio su cui sorge l'attuale paese fu abitato fin dall'VIII secolo a.C.
Numerosi reperti archeologici, inoltre, testimoniano come questa località ricoprì una certa importanza durante l'epoca romana.
Tuttavia, è nel Medioevo che Sant'Anatolia di Narco fu protagonista di un notevole sviluppo.
Nel corso del XIV secolo, infatti, il castello fu circondato da un'imponente cinta muraria dominata da due maestosi torrioni.
Questo articolato complesso difensivo permise alla cittadina di vivere in relativa tranquillità per lunghi periodi.
Il centro storico, sapientemente conservato, è caratterizzato dalla presenza di alcuni palazzi signorili e di abitazioni più modeste destinate al popolo.
Accanto al Palazzetto Municipale, munito di un antico portico, sorge la Chiesa Parrocchiale di Sant'Anatolia. All'interno dell'edificio si possono ammirare opere d'arte di grande pregio tra cui un crocifisso ligneo, antiche statue sacre e alcune tele seicentesche.
Poco fuori le mura si trova il piccolo Santuario della Madonna delle Grazie: da ammirare la bella facciata del '500. Nei dintorni sorgono numerosi castelli, antichi alleati di Sant'Anatolia di Narco: tra di essi ricordiamo S.Felice, Caso e S.Martino.
Ciascuna di queste località è ricca di storia e di pregevoli opere architettoniche.


Articoli correlati



0 commenti

Posta un commento

Cerca notizie e informazioni su Cascia e l'Umbria

Cerca per argomento

Cerca per mese di pubblicazione

Notizie dalla Provincia di Perugia