Festa di Sant'Antonio Abate a Cascia La Festa di Sant’Antonio Abate è radicata nei vari centri della Valnerina come Norcia, Cascia e Preci, favorita sicuramente dall’ambiente e dallo stile di vita di chi abita in questi luoghi dove, specie fino al secolo scorso, si aveva a che fare direttamente con la natura, e gli animali in particolare.
L’allevamento, la pastorizia erano, e sono tuttora, una delle attività economiche principali della zona ed è quindi chiaro come la salute degli animali contasse particolarmente per pastori ed allevatori.
Oggi alla benedizione rituale degli animali per la Festa di Sant’Antonio Abate i fedeli conducono non solo cavalli, pecore, mucche ma, segno dell’evoluzione dei tempi, oltre agli amici a quattro zampe più antichi come cani e gatti, tutta una serie di animali domestici dai canarini e le tartarughe fino alle più insolite iguane e rettili vari.
In Valnerinai festeggiamenti dedicati a Sant'Antonio Abate, protettore degli animali e del mondo rurale, la festa coinvolge sia il centro di Vallo di Nera, sia come ogni anno, anche diverse frazioni del piccolo comune.
Nel borgo di Reggiano, ad esempio, il sabato mattina uno fra i ventiquattro santesi che compongono il comitato dei festeggiamenti, offre alla parrocchia la questua raccolta e si incarica, dopo la celebrazione della Santa Messa e la tradizionale benedizione degli animali, di organizzare il pranzo.
La domenica della Festa invece a Vallo di Nera, dopo che i soci di Sant'Antonio hanno partecipato alla funzione religiosa, nel corso della quale viene ritualmente benedetto il sale per la cucina e tutti gli animali domestici e non, vengono estratti dall' "imbussolo" i santesi a cui spetterà l’organizzazione e la supervisione della festa e del pranzo.
Non sono da meno le frazioni di Montefiorello e Paterno dove nel pomeriggio della domenica, le famiglie partecipano alle celebrazioni liturgiche manifestando il loro attaccamento al santo monaco evocato per guarire gli animali e l'herpes zoster, e dopo la benedizione degli animali consumano insieme una cena a cui partecipa l’intera popolazione dei borghi.
Negli anni l’amore per gli animali è cresciuto, così come la loro cura, oggi è addirittura possibile anche grazie ad internet, ordinare accessori e abbigliamento per cani e per altri animali domestici. A qualcuno potrebbe sembrare frivolo vestire un cane, con abiti di lusso, meno magari per le razze a pelo corto provvedere nei mesi invernali a proteggere i nostri quattro zampe con cappottini, scarpe sciarpe e cappelli.
Comunque… Buona Festa di Sant’Antonio Abate a tutti!


Articoli correlati



0 commenti

Posta un commento

Cerca notizie e informazioni su Cascia e l'Umbria

Cerca per argomento

Cerca per mese di pubblicazione

Notizie dalla Provincia di Perugia